LE PRIORITA’ DELLA VITA

Magnum

“La vita è fatta di Priorità”, così ammoniva, ed ammonisce tuttora, lo slogan di una nota pubblicità di gelati confezionati.
Se non fosse che ormai siamo così ampiamente assuefatti alle iperboli subdolamente adottate dai messaggi di comunicazione commerciale, chissà quali altre perle di saggezza o pillole di profonda filosofia esistenziale ci aspetteremmo da un buon gelato artigianale che, di sicuro, quanto al saper assaporare a fondo il gusto intenso della Vita, ne saprà certamente molto di più del suo collega un po’ ingessato nel suo bell’incarto dorato.
Stabilito però di cosa sia fatta in generale la Vita, a questo punto verrebbe la voglia di conoscere anche quali siano in effetti quelle stesse priorità  di cui risulterebbe composta.
E qui il gustoso gelato, a più o meno lunga conservazione, non potrà che finire per lasciarci a piedi: lui è uno, o poco più, mentre noi siamo tanti.
Un qualunque prodotto commerciale si porta infatti sempre dietro questo limite: non potrà mai essere personalizzato in maniera così estrema da parlarci veramente in prima persona, con un preciso elenco individuale attribuibile a ciascuno sulla base delle proprie caratteristiche specifiche. E questo semplicemente perché, se la Vita è fatta di priorità, ciascuno non può che avere le proprie, che non necessariamente collimano, tanto o poco, con quelle dei propri simili. Se così non fosse, non ci sarebbero così tanti conflitti in giro per il mondo.
Ed eccomi così al punto di partenza, senza più nemmeno l’illusorio ed effimero conforto di un gelato Amico: quali sono dunque le mie personali Priorità?
Lo confesso: ho ceduto alle lusinghe di un rapido test che, sulla base di una sola domanda, ha cercato di dissolvere in me ogni dubbio al riguardo.
Questa è risultata l’arida ed impietosa graduatoria: al primo posto ho “il Sesso”, al secondo “la Famiglia”, al terzo “l’Amicizia”. Seguono poi, lontani dal podio, “il Lavoro” ed il “Denaro”.
Anche se con qualche perplessità, accetto il verdetto. Mi domando però se il mio non essermi occupato per prima cosa dei panni stesi all’insorgere di una sadica pioggerella, non possa risultare parzialmente fuorviante nei confronti del mio interesse per il denaro. E’ vero, non sono solito ritirare in fretta il bucato, mi capita solo una volta ogni tanto, ma, mi chiedo, quale sia pur avveduta massaia correrebbe per prima cosa al capezzale dei suoi panni stesi tralasciando il contemporaneo allagamento della cucina, causato da un rubinetto lasciato aperto, o il pianto del proprio bambino?
Mistero delle attività domestiche e genitoriali, ma in questo gioco delle Priorità credo di non sentirmi poi così distante da un’esperta casalinga.
C’è però anche un altro interrogativo che non mi lascia dormire, ed è: se il lavoro è fuori dal podio, perché passo le giornate a lavorare invece di … “bip” … continuamente, e per capire questa basta rileggersi chi occuperebbe, secondo il test, il primo posto nella graduatoria dei miei interessi.
Altro mistero delle attività umane nel suo complesso, ma, in questo caso, riesco a spiegarmi in parte la cosa: è vero infatti che non permetterei mai ad un rubinetto lasciato improvvidamente aperto di allagare la casa, mentre il rispondere prontamente al telefono non è che poi mi alletti più di tanto. Sarà forse per il risentimento atavico che provo per lui e che è più forte di me, non posso farci niente, oppure sarà a causa del dilagare delle noiose ed irritanti offerte commerciali telefoniche, non saprei proprio chi scegliere, probabilmente entrambi.
Resta il fatto che, prima di rispondere al telefono, aprirei sicuramente alla porta … hai visto mai che oltre al bucato steso non finisca per bagnarsi anche l’Amico che aspetta dopo aver suonato.
Nel caso poi qualcuno, leggendo, dovesse sentirsi intimorito dai risultati del tentativo di interpretare le mie inconsce e personali Priorità, lo invito a non preoccuparsi … se sono qui, è solo per il “bronzo”, giuro!
Anche se poi, sicuramente, non tutti i bronzi sono uguali e non sempre lasciano dormire tranquilli.
 
LE PRIORITA’ DELLA VITAultima modifica: 2007-09-05T01:00:00+00:00da gi.punto
Reposta per primo quest’articolo

12 pensieri su “LE PRIORITA’ DELLA VITA

  1. Scusa, ma se anche fosse che ti piace il sesso, che male c’è? :))) Ahahhahahah.. Ok, questi non sono discorsi da fare con un Papi, però è vero che il sesso è bello. 😀 Eheheheheheh.. Va bene, va bene, la piantooooo!!! 😀 Ahahahhahahahh.. Ho capito, meglio non commentarlo questo. Saluti! Mon.sfacciata

  2. Se avessi chiesto a me ti saresti risparmiato di fare il test. Da una profonda analisi psicologica del soggetto e, soprattutto, dall’analisi della sua personalissima galleria di immagini che conserva con cura, avrei dedotto le stesse priorità. Che poi non confondiamoci, ci sono priorità anche solo teoriche, questo non significa che vengano messe in pratica tutte nell’ordine corretto, infatti mentre sei in ufficio sommerso nelle scartoffie evidentemente i tuoi pensieri di dirigono altrove. Quello che mi chiedo però è se quando arrivi a casa, col rubinetto aperto, i panni da raccogliere il telefono che suona, un amico alla porta, un bambino che piange e la moglie ben disposta, tu davvero ti chiudi a chiave in camera ignorando tutto il resto? 🙂

  3. La famigerata pubblicità, in una sua versione, ci mostrava un ragazzo che, dovendo scegliere tra comprarsi un profilattico per correre dalla sua bella che lo attendeva impaziente e metter l’unica moneta a disposizione nel distributore di gelato, finiva per scrofanarsi quest’ultimo. Almeno sulla carta le tue priorità mi sembrano più normali; che poi uno riesca davvero a rispettare l’ordine nello scorrere effettivo dei giorni… ;-))) Buon lavoro,e a presto.

  4. Sono certa che col passare degli anni le mie priorità siano mutate. Chiedevo ossessivamente al mio ragazzo dei vent’anni qual’è la prima nella tua classifica delle priorità e ci rimanevo male quando mi ritrovavo al 5/6 posto. Adesso ho la priorità di non fare più domande stupide.

  5. Che razza di domande fai a volte. Chissà come ti vengono in mente:-) Anche io ne avrei qualcuna per te, ma preferisco non tediarti. Sei tornato e questo basta.
    Ho fatto il test, il risultato ottenuto è identico al tuo…ti pare possibile?:-)
    Per concludere, hai ragione, non tutti i “bronzi” sono uguali, con alcuni ci vuole molta più pazienza, costanza ed Affetto, che con altri. Che gran fatica però:-)
    Gas che bacia tutti e quindi anche te 🙂

  6. Il nero snellisce? Confesso che spesso porto vestiti neri, ma non avevo mai pensato di applicare il primo principio della coloreria ai “palloncini”. Anche perchè io ho solo rapporti sicuri…solo chewingum senza zucchero io! :-))))))
    Rido e per il resto medito, che frulla tutto e bisogna fermarlo per metterlo in fila NERO su bianco :-))))))))))))))))) Baci (sperando che gas non legga che è gelosa)

  7. Considerando che oggi è l’11 settembre … proporrei di smorzare i toni 🙂 … che le “guerre” si sa quando iniziano ma poi non è mai facile capire come e quando finiranno ;-). Detto questo … “Gas gelosa?” … non direi proprio … del resto Lei condivide sempre tutti i suoi Uomini con tutte! … E chi potrebbe negare questo? 😉 … E non è finita qui: dopo averli “condivisi” con loro … Gas … se le “Bacia” pure tutte … tanto per dimostrare che non serba alcun rancore. Se così non fosse … penso che le “morderebbe” invece di Baciarle, no? 🙂

  8. Oddio, a onor del vero mi aspettavo qualcosa di maggiormente “teatrale”, che so io, un novello gi.punto Cicerone, infervorato in una bella e pregnante Ripcatilinaria. Per concludere, quindi, direi poco di parte ma diplomaticamente molto salomonico, a partire dal Foro prescelto :-)))) Spero che l’intervento sia da considerarsi almeno pro-bono :-))) In caso contrario, la parte avversa quale pagamento, ti permetterà di sfregarle la gobba. Dicono porti buono:-)))

Lascia un commento