NAPOLEONE ED IL TEMPO IN PROUST (1° Parte)

Napoleone 0a/1

Napoleone 0b/1

Napoleone 0c/1

Napoleone 1/1

Napoleone 2/1

Napoleone 3/1

Napoleone 4/1

Napoleone 5/1



(Fine della prima parte)

Liberamente tratto dal mensile a fumetti: NAPOLEONE, n.47, Prigionieri del tempo, Sergio Bonelli Editore, Milano, maggio-giugno 2005

Nota di visualizzazione delle immagini (suggerita da Baboo): se utilizzi “Explorer” ed hai problemi di visualizzazione delle immagini prova ad installare “Mozilla Firefox” (per Win o Mac) oppure Safari (per solo Mac) … vedrai che tutto si risolve 🙂

NAPOLEONE ED IL TEMPO IN PROUST (1° Parte)ultima modifica: 2005-06-26T00:20:21+02:00da gi.punto
Reposta per primo quest’articolo

41 pensieri su “NAPOLEONE ED IL TEMPO IN PROUST (1° Parte)

  1. Acc… non vedo nulla! E mi dispiace. Caro Gi. grazie per il tuo commento, così percettivo come sempre… ebbene non ho scritto parole che escono solo dalla mia bocca, e forse si sente… chissà; anche il mio cuore batte più forte quando rileggo quello che ho scritto: un po’ di Gea in Ester e un po’ di Ester in Gea. Parto tra pochi giorni e così ricambio i saluti, e ti confesso che ti sei schivato una lettera… pudore o timidezza, non so. Resisti alla calura e non lavorare troppo, ricambio gli abbracci e a presto, M.L.

  2. Il tuo pensiero non è stupido, né presuntuoso. I tuoi “slanci emotivi” li ho sempre avvertiti, ed hanno sempre colto nel segno. I tuoi commenti mi sono stati d’aiuto spesso più che quelli di chiunque altro, perché la tua partecipazione emotiva, quando non è paralizzante, io la sento forte. Anche stamattina, mi hai regalato un sorriso che quasi mi ha fatto venir voglia di cancellare l’ultimo post e riaprire il blog. Riflettendoci poi con calma, non me la sono sentita. Ci sono troppe implicazioni in questa mia malinconia ed ora ho bisogno di un po’ di tempo per leccarmi qualche ferita e capire se è giusto o no tornare. Ho bisogno d’aiuto, però! E tu hai già cominciato a darmi una mano. Te ne sono davvero grata. Scrivendo i post precedenti sui referendum e sulle mie esperienze personali che mi offrivano interessanti (ed a tratti dolorosi) spunti di riflessione mi è capitato di pensare a te. Avrei voluto conoscere un tuo parere, una tua idea in merito a quello che ho pubblicato. Ho creduto che non avessi nemmeno letto quei post, in realtà. Il fatto che, invece, li hai letti e che io sia anche riuscita a trasmetterti qualcosa mi rende felice. Grazie mille Giuliano. Grazie per l’appoggio, per il conforto, per la sintonia. Mi auguro di risentirti molto presto. Un abbraccio, buona domenica. Laura

  3. Niente: ho fatto giochini al computer per 10 minuti, aspettando che la pagina si caricasse, ma niente… mi andrò a leggere il fumetto!;-) Giuro! Questo è l’ultimo passaggio, poi parto sul serio (sembra un po’ una di quelle scene da film “Allora…io vado eh… Ehm.. me ne sto andando… Bene, vado) Grazie per avere suonato due volte, se non altro mi hai dato il coraggio per un’altra occasione;-) Vado sul serio.. A presto, M.L.

  4. Ma che rumore farà mai un sorriso?! Tornerò, Giuliano. Tornerò non appena sarò riuscita a gestire meglio i miei stati d’animo contrastanti ed il mio umore altalenante. Tornerò perché so che qui ci sono persone che mi vogliono bene e che mi aspettano, che mi confortano e non mi fanno sentire sola. Grazie mille. Grazie mille davvero, le tue parole per me sono sempre preziose.

  5. “Il tempo non passa, il tempo è un eterno presente” belle queste nuvole Giuliano , spero di leggere quanto prima la continuazione.p .s. Non riesco a capire perchè con Explorer non le veda mentre con Mozilla sì.Un bacio e buona settimana a te e ai nanetti che aspetto per la merenda.G.

  6. Intanto che carica l’immagine ti dico che sono d’accordissima con la tua tesi “l’importante è partecipare”.. .. molto spesso nella vita questo non avviene per reticenze o per il poco tempo a disposizione ed il gioco passa il turno….. questa è anche il lato positivo del blog, incontrare persone come te ben disposte a mettere da parte la maschera della quotidianità e liberare le proprie esigenze…. mmmmm… non riesce a caricare…. sentire che c’è in questa “terra sospesa” un caro amico che è sempre presente! Niente non carica, la curiosità mi addolcirà la giornata. Un abbraccio. Buona giornata. baboo 🙂

  7. ciao g. ecco una nuova settimana! à la recherche du temps perdu…non mi ricordo se si scrive così, ma io so solo che quella ricerca ancora la sto vivendo sulla mia persona..si, cerco tutte le emozioni che ho sprecato durante gli anni e ancora non sono riuscita a rivivere… ma sono così, una inguaribile idealista, una che sogna ad occhi aperti, che cammina al di sopra dei suoi 1,62 cm….
    comunque grazie del tuo passaggio e spero che riprenderemo quel discorso in sospeso..
    baci
    Mary

  8. Ciao Giuliano, eccomi di ritorno e….sempre con l’aereo!! Anche se è stato abbastanza periglioso il rientro!!!! Quasi quasi, l’autostop non era una cattiva idea!!!! Bello questo fumetto, bello l’argomento che tratta, il tempo, questo misterioso sconosciuto, così mutevole e capriccioso!!! Non quello atmosferico, per restare in argomento vacanze!!!! Scherzo, ma Proust in un fumetto non l’avevo mai trovato, così tornerò a leggermi la seconda parte con curiosità! Un saluto e un sorriso Claudia

  9. Ma come?? Ti sembro la tipa che scompare senza salutare?!?!?! Dico, ma per chi mi hai presa??? :PPP Vieni quì, non scappare! Ti devo assolutamente TIRARE LE ORECCHIIIEEEE!! ! 😀 Ahahahah… Dài, che scherzo. 😛 Sono quì, e sono tornata. Anche se per poco. C’è tutto scritto, lì. Come, non lo trovi?? Vedi bene.. Ci dovrebbe essere un mio appunto, tra le tue scartoffie. 😉 E adesso fammi correre, va. Bacioni. :*** Mon.chevegliasu ltuosonno.

  10. Regola numero uno, non sparo mai sugli Amici o quasi :-))))). Che siamo due persone “strane” è poco ma sicuro, ma di certo siamo due persone in sintonia…Mi piace la tua ironia, mi fa sorridere e non molti ci riescono ultimamente..:- ) e non documentarti, rischieresti di perdere in spontaneità…s egui il tuo istinto, nel mio caso come vedi funziona a meraviglia. Un altro “questionario ” sarebbe interessante, perchè no? Di certo riusciresti a stupirmi ancora e ancora…:-). Sulla festa ci penserò…nel caso verrai? Gas

Lascia un commento