SENTIMENTO DEL TEMPO

STELLE!



STELLE


Tornano in alto ad ardere le favole.
Cadranno colle foglie al primovento.
Ma venga un altro soffio,
Ritornerà scintillamento nuovo.

(Guillermo Mordillo & Giuseppe Ungaretti, “Stelle“, 1927 da: “Sentimento del tempo – Sogni e Accordi“, 1933)

SENTIMENTO DEL TEMPOultima modifica: 2007-02-18T11:46:52+01:00da gi.punto
Reposta per primo quest’articolo

16 pensieri su “SENTIMENTO DEL TEMPO

  1. Ma sarò io che non sono normale se in questa immagine ci vedo l’asteroide che potrebbe colpire la terra nel 2036? E il sentimento del tempo è quello di pensare a quanto ne resta prima di estinguerci come dinosauri? Ma siiii dai…sono io che sono sempre la solita, cambiarmi è missione impossibile 🙂

  2. Sai che forse hai ragione? Già il tuo commento mi aveva dato da pensare, perchè mi aveva procurato piacere e mi aveva fatto sorridere. Poi sono passata da te e leggo questa poesia che sembra promettere rinnovamento e speranza, perchè neppure il vento che fa cadere le favole e le foglie si limita a questo, ma annuncia “scintillament o nuovo”. In attesa di ciò, vado a fare la solita crostata consolatoria e sei invitato fin da ora.

  3. Parliamo. Tranquillo mica è una minaccia, non del tutto almeno :-)). Già con il tuo commento hai iniziato maluccio. Che ti succede, stai perdendo il tuo fantastico smalto? Cioè, vorrei sapere, come sarebbe questa cattiveria incredibile, secondo cui l’Audacia non mi accompagnerebbe spesso? Insomma, tra le righe mi stai dicendo che, il più delle volte, sarei (Gabrielli, dizionario dei sinonimi e dei contrari, VIII ristampa, 1981) “pavida, pusilla (madonna sembra il nome di una pulce), pusillanime, paurosa, timida, timorosa, vile, vigliacca, codarda, dappoco ( a me? questa è un’onta che va pagata con il sangue!!! dappoco, ma si può????). Ora, al di là che il resto del commento possa anche essere un bel commento, Tu capisci quanto tutto ciò che precede, possa aver vanificato, qualsiasi altra cosa tu mi abbia scritto poi. Sarei rabbuiata, offesa ed umiliata. Proporrei : o scuse in genuflessione con il capo abbondantemente ricoperto di cenere o…singolar tenzone, tramite duello. Niente pistole, che la polvere da sparo potrebbe rovinare il mio diafano incarnato, bensì…insomma , fai qualcosa, che proponi??:-)))) . Cioè, fammi capire, mi tratti così e poi mi dici pure che sono “difficile” ???? Ma, ma…ma…secon do te????:-))))
    Niente Baci, beh, insomma…giust o un paio, piccoli piccoli però…:-)
    Maddai, anche Tu un estimatore delle Stelle ? Ma quanto è piccolo il mondo? 🙂

  4. Cavoli, un uomo che vuole parlare!!! Dov’è la fregatura???Acc identi, lei è proprio uno da far inalberare, la vedrei proprio bene cosparso o, meglio ancora, ben piantumato di vegetali d’alto fusto 🙂 Niente cipressi però, la prego, sono troppo cupi. Si, in effetti codesto Gabrielli si sta rivelando alquanto noioso, postumo o no, che ne so e poi, uno che non legge i miei post, che me lo tengo a fare? Laondepercui, vista l’autostima di cui godo in questo particolare momento della mia vita, che mi fa essere piuttosto audace, le proporrei intanto di passare al Voi, cosa che trovo assai poetica e anche provocante. Dove eravamo? Ah si, dietro ad emanazioni di smalti altrui, a dire il vero poco emananti ed ad atmosfere sensibili, a dire il vero alquanto fuorvianti. Ah no, le letture erano fuorvianti e le atmosfere erano annuvolanti, no, gli smalti erano puntuti e le mie colleghe poco brillanti. Senta lei e il suo organo supremo (???), perchè, mi chiedo, ne ha anche uno bassissimo, no, così, giusto per domandare e uno estremo ? Va beneeeeeeeeee, ho capito. Qui lo dico e qui lo ribadisco, lei come giardiniere forse ha un futuro! Come uomo che capisce le donne un po’ meno! :-)))) La sua ampia Amica in questo difficile Universo…Baci , alla faccia del Gabrielli.

  5. Le mie “virtù” se mai ci sono state, sono tutte intatte e i merli mi bastano e avanzano;-) Effettivamente anche le mie inquietudini o irrequietezze non hanno niente a che spartire con storie di letto come pronta soluzione. Ma le amiche si incontrano e poi si tengono così come sono… da noi si dice “sa vot feregh, vot mazerel?” (Cosa vuoi farci, vuoi ammazzarlo? di una persona irrecuperabile e che va tenuta così com’è).
    Mi fanno sempre bene le tue sollecitudini e i tuoi scherzi. Buona domenica e a presto, M.L.

  6. Egregio signor “quel punto lì”, ha controllato a quando risale il suo ultimo commento sul mio blog? Credo che lei mi trascuri! Credo che mi procurerò una clava e la trascinerò per i capelli se non si decide, di sua spontanea volontà, a dedicarmi qualche attenzione, oppure mi procurerò armi da fuoco. Una idea di dove trovarle ce l’ho già 🙂 La verità è che oggi mi sento strana, ho come un nodo alla gola, non è proprio un nodo…è una sensazione di soffocamento, come se qualcosa mi stringesse il collo. Saprebbe spiegarmela con il suo naturale ottimismo???:-)

Lascia un commento